Psicoterapia: etimologicamente “cura dell’anima”. Trattamento di durata variabile con la finalità di un cambiamento dei processi psicologici dai quali dipendono il malessere e la sofferenza dell’individuo.

​In generale con il termine psicoterapia si intende la cura della sofferenza mentale che, a seconda della gravità, può portare a disagi o a veri e propri disturbi mentali.

​Esistono diversi tipi di psicoterapia che si distinguono per l’orientamento teorico di chi le pratica. In linea generale i diversi tipi di psicoterapia sono diversi in base all'oggetto che si privilegia durante la cura: alcuni approcci affrontano direttamente i sintomi avvertiti dal paziente (le tecniche di psicoterapia comportamentale e cognitiva, ad esempio), altri affrontano gli aspetti che si ritengono responsabili e causa del manifestarsi dei sintomi e cioè l'equilibrio psichico interno dell'individuo (le psicoterapie ad indirizzo analitico/psicodinamico) piuttosto che le relazioni tra l'individuo stesso e le persone a lui vicine, come il partner o i membri familiari (le psicoterapie ad indirizzo sistemico e relazionale).

​Ogni situazione clinica richiede un'attenta valutazione al fine di individuare la cura più adatta per ciascun paziente.

​E' opportuno che la persona che si rivolge allo specialista si senta accolto e a proprio agio poichè un aspetto imprescindibile di ogni psicoterapia è la buona relazione tra paziente e terapeuta. 
La formazione. Lo psicologo abilitato all'esercizio della Psicoterapia è in possesso di una specifica Specializzazione in Psicoterapia, formazione post-universitaria di quattro anni

 prova1-psicologiarho

torna-homepage1