David-Vittoria

Psicologo Giuridico e Specialista in Criminologia Clinica

Perito e Consulente Tecnico del Tribunale di Milano

(n. 5156 Albo degli Psicologi della Lombardia)

(n. 668 Albo dei Periti del Tribunale di Milano)

(n. 13499 Albo dei CTU del Tribunale di Milano)

 

Ricevo presso lo Studio di Rho (Via Capuana 21) e di Milano (C.so Buenos Aires 45)

Recapiti: Tel: 02.93541691; Cell: 339.2031727; E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito web personale: www.consulente-tecnico-milano.it 

  

ATTIVITA' PROFESSIONALE:

Dal 2000 svolgo Perizie, Consulenze tecniche d'Ufficio (CTU) e di Parte (CTP), Pareri, Indagini difensive e per conto della Polizia Giudiziaria: 

1) In ambito CIVILE (ordinario e minorile) in istituti e casistiche quali:
- idoneità e potestà genitoriale e condizioni dell'affidamento dei figli in caso di separazione, divorzio, conflitti familiari, stato di abbandono, adozione
- danno biologico e danno esistenziale (es. conseguente a reato, mobbing e bossing, lutto, infortuni sul lavoro, incidenti stradali, atti medici, nascita indesiderata)
- amministrazione di sostegno, interdizione e inabilitazione, incapacità naturale, capacità di disporre per testamento e per donazione
- nullità del matrimonio per cause psicopatologiche. 

2) In ambito PENALE (ordinario e minorile) in istituti e casistiche quali:
- preparazione e assistenza psicologica del testimone, dell’indagato, dell’imputato, del condannato e della parte offesa all’assunzione di sommarie informazioni, all’interrogatorio, all’audizione, all’incidente probatorio e più in generale al procedimento
- imputabilità e maturità (minorenni), grado del dolo e della colpa; cause di esclusione, attenuazione o aggravamento della responsabilità; graduazione della pena ex art. 133 c.p.
- pericolosità sociale e misure di sicurezza
- capacità di partecipazione cosciente al processo
- capacità di testimoniare e attendibilità clinica della testimonianza (es: violenza sessuale, abuso sessuale su minore, abuso dei mezzi di correzione, maltrattamenti)
- reati legati al consenso (es: inferiorità psichica ex art. 609-bis c.p., circonvenzione di incapace, procurato stato di incapacità, istigazione al reato, abbandono di minore o di incapace, omicidio del consenziente)
- offensività del fatto (es: ingiuria, diffamazione, calunnia, atti persecutori - stalking)
- compatibilità carceraria e con le misure cautelari
- misure alternative alla detenzione
- danno biologico e danno esistenziale (es: conseguente a reato, a ingiusta detenzione, ad errore giudiziario)

 

Dal 1996 sono Docente in corsi di formazione e specializzazione nell’ambito della Psicologia Giuridica e della Criminologia per vari enti formativi (Regione Lombardia, Ordine degli Psicologi della Lombardia, vari Ordini Provinciali degli Avvocati, Croce Rossa, Associazione Milanese di Picologia Giuridica, Istituto Galton).

Dal 2010 sono Consulente dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia e dell'Osservatorio Psicologia nei Media in ambito giuridico penale e criminologico.

Precedenti incarichi:

- dal 2000 al 2004 sono stato Membro della Commissione Carcere e Giustizia dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

- dal 2008 al 2011 ho svolto l’incarico di Giudice Esperto del Tribunale di Sorveglianza di Milano.

 

ATTIVITA' SCIENTIFICA E PUBBLICAZIONI:

- “La comunicazione antagonistica nella realtà processuale” (tesi di laurea con dignità di pubblicazione, 1997).

- Recensione di“Anchored Narratives. The Psychology of Criminal Evidence” di W. A. Wagenaar et al., St. Martin's Press, New York, 1993; in Rivista di Psicologia Giuridica, Edizioni Sapere, Padova, nn. 2/3, 1997, pp. 176-178.

- “La persuasione nel ‘nuovo’ processo penale: il ruolo dei fattori extra-logici”, relazione presentata al II Congresso Nazionale della sezione di Psicologia Sociale della Associazione Italiana di Psicologia, 30/9-2/10/1998, Università di Firenze; abstract pubblicato in Firenze ’98 - Riassunti del II Congresso Nazionale della Sezione di Psicologia Sociale della Associazione Italiana di Psicologia, pp. 61-62.

- “Un modello di argomentazione e controargomentazione per il processo penale”, presentato al convegno Psicologia giuridica e responsabilità, Torino, 21-22/3/98, a cura dell’Università degli Studi; pubblicata in G. Gulotta, M. Zettin (a cura di), Psicologia giuridica e responsabilità, Giuffrè, Milano, 1999, pp. 38-81.

- “Pedofilia, violenza sessuale e pornografia”, relazione presentata al congresso La pedofilia tra scienze umane e giustizia penale, a cura dell’Istituto Superiore Internazionale di Scienze Criminali, Siracusa, 16-18/10/97; pubblicata in L. De Cataldo Neuburger (a cura di), La pedofilia. Aspetti sociali, psico-giuridici, normativi e vittimologici, Cedam, Padova, 1999, pp. 37-60.

- “I diritti della difesa ed il ruolo della psicologia giuridica”, relazione presentata al convegno La funzione interdisciplinare della Psicologia Giuridica penale e penitenziaria, Milano, 7/4/2001, a cura dell’Ordine degli Psicologi della Lombardia.

- Capitoli scritti con G. Gulotta nel volume di G. Gulotta e Coll. Elementi di psicologia giuridica e di diritto psicologico, Giuffrè, Milano, 2002:

• “Realtà fenomenica, realtà sociale e realtà processuale” (pp. 220-244)

• “Associazioni, correlazioni e cause” (pp. 244-258)

• “La pericolosità sociale” (pp. 401-409)

• “La predizione di pericolosità verso gli altri” (pp. 412-429)

• “La prova nel processo” (pp. 443-461)

• “L’accuratezza della testimonianza” (pp. 483-498)

• “Il ragionamento giudiziario tra argomentazione, dimostrazione e narrazione” (pp. 561-581)

• “La persuasione e la comunicazione antagonistica” (pp. 602-640)

• “La sindrome di alienazione genitoriale” (pp. 805-816)

• “Scheda di rilevazione per la diagnosi del comportamento deviante e criminale” (pp. 1209-1221)

• “Il parere pro-veritate” (pp. 1329-1332)

• “Modalità di accesso all’albo dei periti” (pp. 1341-1345)

- “Imputabilità e pericolosità sociale nel progetto di riforma Nordio del codice penale”, tesi di specializzazione in Criminologia Clinica, 2005; estratto pubblicato su: www.psicologiaforense.it

- “La Carta di Noto e le altre linee guida per l’audizione del minore presunta vittima di abuso sessuale”, relazione presentata alla giornata di studi Psicologia della testimonianza, Grosseto, 6/2/2009, a cura dell’Ordine degli Avvocati e delle Camere Civile e Penale di Grosseto; pubblicata su: www.psicologiaforense.it

- “Più condanne con l’inappellabilità delle sentenze di assoluzione di primo grado”, articolo pubblicato su Altalex, 2011 (www.altalex.com/index.php?idnot=14092).

- "La prevenzione della criminalità minorile: istruzioni per genitori e insegnanti", relazione presentata al ciclo di incontri Adolescenza e dintorni, a cura di PsicologiArho e del Comune di Rho, 2011; pubblicata su www.psicologiaforense.it

- "Lo psicologo quale consulente giudiziario: possibili applicazioni per avvocati e studi legali intraprendenti", in Il Giornale dei Consulenti Tecnici Forensi, anno 1 n. 1, pp. 8-9, 2013.

- “Luci e ombre del recente Disegno di Legge sull’Omicidio Stradale (DDL Senato 1378, 11 Marzo 2014)”, pubblicato su Giuristi e Diritto, 2014 . 

 

FORMAZIONE PROFESSIONALE:

Laurea con lode in Psicologia, Università degli Studi di Torino.

Corso biennale di formazione in Psicologia Giuridica, Associazione Italiana di Psicologia Giuridica. Direttori: Prof. G. Gulotta, Prof. G. De Leo, Prof. A. Quadrio.

Specializzazione triennale in Criminologia Clinica, Istituto di Medicina Legale e delle Assicurazioni dell’Università degli Studi di Milano. Direttori: Prof. L. Ponti e Prof.ssa I. Merzagora Betsos.

Corso di aggiornamento professionale per Esperti del Tribunale di Sorveglianza, Tribunale di Sorveglianza di Milano.

Corso di Alta Formazione “Ruolo e funzioni del Giudice Onorario Minorile”, Università degli Studi di Milano.

Supervisioni di Psicologia Giuridica: “Lo psicologo consulente di parte nei casi di separazione e affido”, a cura della dott.ssa M. Sciumè (già Giudice Onorario del Tribunale per i Minorenni di Milano).

Corso di Alta Formazione: “La CTU e la CTP sulla valutazione del danno psichico”, a cura dell’Istituto di Ricerca ed Intervento per la Salute. Docenti: Prof.ssa L. Bonsignore e Dott.ssa L. Macrì.

 prova1-psicologiarho

torna-homepage1